Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Portale Epatite e malattie del fegato
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Modalità di assunzione

Simeprevir deve essere assunto in associazione ad altri medicinali per il trattamento dell’Epatite C cronica. Simeprevir non può essere utilizzato in monoterapia.

La dose raccomandata è una capsula da 150 mg per via orale una volta al giorno, da assumersi con il cibo.

Assunzione in triplice terapia

Poiché simeprevir potrebbe essere assunto insieme ad interferone e ribavirina, è ipotizzabile uno schema terapeutico simile a questo:

Assunzione in duplice terapia

Per i pazienti che sono intolleranti o non candidabili per la terapia con interferone è prevista l’associazione con un altro antivirale

Lo schema terapeutico ed il numero di compresse da assumere sarà indicato dal vostro medico specialista curante.

Peg interferone alfa:per l'impiego di interferone peghilato alfa 2a o interferone peghilato alfa 2 b e per i relativi dosaggi si rimanda ai rispettivi sommari delle Caratteristiche del Prodotto (RCP). Si sottolinea che i dati ottenuti dai diversi studi di fase 2 e di fase 3 con simeprevir sono stati condotti utilizzando eventuali combinazioni contenenti interferone peghilato alfa 2a. Nessun dato è disponibile sull’utilizzo di simeprevir con l’interferone peghilato alfa 2b.

Ribavirina: la dose di ribavirina, usata in associazione con simeprevir, si basa sul peso corporeo (<75 kg = 1.000 mg e ≥75 kg = 1.200 mg) e deve essere somministrata per via orale, suddivisa in due dosi, con del cibo.

Altri farmaci antivirali: simeprevir deve essere somministrato in associazione con altri medicinali antivirali ad azione diretta solo se si ritiene, sulla base dei dati disponibili, che i benefici superino i rischi. Non vi sono dati a supporto della somministrazione di simeprevir in associazione con telaprevir o boceprevir. Tale somministrazione congiunta non è raccomandata. (vedi sezione Associazione con altri antivirali)


Interruzione definitiva della somministrazione

Se il trattamento con gli altri medicinali utilizzati in associazione a simeprevir viene interrotto definitivamente, anche la somministrazione di simeprevir deve essere interrotta.

Dimenticare di assumere la dose

E’ altamente consigliato assumere sofosbuvir e gli altri farmaci sempre allo stesso orario.

Se si dimentica di assumere la dose giornaliera:

  • Se una dose di simeprevir viene dimenticata e il paziente se ne accorge entro 12 ore dall’orario di assunzione abituale, deve assumere la dose di simeprevir dimenticata appena possibile e a stomaco pieno, e quindi prendere la dose successiva di simeprevir all’orario di assunzione abituale.
  • Se una dose di simeprevir viene dimenticata e il paziente se ne accorge più di 12 ore dopo l’orario di assunzione abituale, non deve assumere la dose di simeprevir dimenticata, ma deve prendere la dose successiva a stomaco pieno all’orario abituale previsto.

L'importanza dell'aderenza alla terapia

Aderire a un trattamento non significa solo assumere le medicine prescritte dal medico, ma anche rispettare gli orari di somministrazione, gli appuntamenti per i controlli e le raccomandazioni sui cibi da assumere o sugli altri farmaci che non possono essere assunti contemporaneamente. Solo in questo modo è possibile ottenere il massimo beneficio dalla terapia prescritta.
È fondamentale che il paziente aderisca correttamente alla terapia che il medico ha indicato per la cura dell'epatite cronica C.

Consigli e avvertenze

Strategie per una regolare assunzione. Sono utili tutti quei dispositivi portapillole con allarme sonoro, o in alternativa utilizzare un telefono cellulare che dispone di suonerie multiple. In tal caso puoi anche utilizzare MY EPAC la app di EpaC onlus per ricordare l’assunzione dei farmaci, disponibile per IPHONE, IPAD, IPOD e per ANDROID

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!