Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Portale Epatite e malattie del fegato
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Run for Liver: corri per il tuo fegato!

Sabato 4 maggio: impara a proteggere il tuo fegato

La vita moderna è impostata su ritmi frenetici. A volte serve fermarsi, rallentare, e respirare gli odori che ci circondano, guardare i colori che dipingono il quadro delle nostre giornate ed investire sul futuro, che si sia giovani o adulti. C’è una corsa che ha solo benefici, tonifica il corpo e la mente ed aiuta l’organismo ad essere in equilibrio. Questa è la corsa per il fegato, la Run for Liver, contenitore di iniziative correlate al fitness in ambito epatologico.

Sabato 4 maggio 2019, dalle 8.30 alle 13.00, l’Unità Operativa Semplice di Medicina clinica ed Epatologia del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, organizza un incontro gratuito per coloro che hanno a cuore la salute del proprio fegato. L’incontro aprirà con relazioni mediche, proseguirà con consigli nutrizionali e sportivi e si concluderà con una lezione di corsa. L’evento scientifico è patrocinato dal Ministero della Salute, dalla Fondazione Italiana per la Ricerca in Epatologia (FIRE) e dall’associazione pazienti epatopatici EPAC.

Gli specialisti del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico si dedicheranno a illustrare l’importanza di uno stile di vita sano nella prevenzione e cura delle patologie legate al fegato grasso e alla sindrome metabolica.

Il programma inizia con gli interventi scientifici del prof. Antonio Picardi, responsabile dell’Unità Operativa Semplice di Medicina clinica ed Epatologia e degli epatologi dott. Giovanni Galati e dott. Umberto Vespasiani Gentilucci. Seguirà il contributo del prof. Germano Di Sciascio, coordinatore del Cardio Center, sulla relazione tra le patologie del fegato e il rischio cardiovascolare. Prenderà quindi parola anche il dott. Dario Tuccinardi, endocrinologo e diabetologo, che illustrerà la relazione tra il fegato grasso e il diabete.

Dalle 10.30 si parlerà dell’importanza dello sport e della nutrizione per la prevenzione delle patologie epatiche. Il valore dell’esercizio fisico per normalizzare il peso e il colesterolo – con un beneficio sui rischi cardiovascolari e cerebrali – sarà raccontato dal dott. Italo Napoleoni (Osteopata ed insegnante di Educazione Fisica).

La nutrizionista, dott.ssa Manon Khazrai, spiegherà quanto influisca un’alimentazione sana e come agire sulle abitudini alimentari che fanno assumere una quantità di cibo superiore rispetto all’effettivo consumo e fabbisogno.

L’importanza del fegato
Il fegato costituisce uno degli organi vitali e nobili del corpo. Provvede a numerose funzioni di sintesi e di filtro, ed è fondamentale nell’assorbimento di sostanze nutritive. Per garantirne un corretto funzionamento è opportuno un regolare stile di vita che comprenda attività fisica e dieta equilibrata, limitando gli eccessi e lavorando sui fattori di rischio quali ipertensione arteriosa, alcol, fumo, ipercolesterolemia e obesità e malattie metaboliche, come il diabete.

Si parla di fegato grasso o steatosi epatica quando le cellule del fegato contengono quantità eccessive di vescicole di grasso che compromettono la funzionalità dell’organo in modo progressivo e che determinano un cambiamento del tessuto epatico.La steatosi epatica è correlata ad un rischio aumentato di sviluppare malattie cardiovascolari, diabete e neoplasie. Le stime attuali, parlano di un’incidenza del “fegato grasso” nel 50% della popolazione adulta e nel 30% dei bambini.

Informazioni utili
L'incontro si svolgerà sabato 4 maggio 2019 presso l'Aula conferenze del Prabb, in via Álvaro del Portillo, 21, a partire dalle 9.30. Per partecipare alla lezione sulla corsa è necessaria la prenotazione sul sito www.sport85.com – sezione ‘eventi'. Potranno partecipare solo i primi 20 iscritti. Esauriti i posti disponibili l'evento risulterà chiuso. Chi partecipa alla lezione sulla corsa dovrà presentarsi alle 8.30 per registrare la propria presenza.

Fonte: policlinicocampusbiomedico.it



Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione