Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Portale Epatite e malattie del fegato
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Gragnano - Nuovo primato per l'ospedale, guariti 2000 pazienti dall'epatite C

Un grande primato per il reparto di Epatologia, assoluta eccellenza dell'ospedale.

Un altro record straordinario è stato raggiunto dall'ospedale di Gragnano: il reparto di Epatologia diretto dall'amico dottor Carmine Coppola ad oggi può vantare di aver curato oltre 2mila pazienti. Un primato assoluto che conferma come il presidio ospedaliero dei Monti Lattari sia un'eccellenza della sanità campana. Poco più di un anno fa, a luglio 2017, si festeggiava il millesimo paziente guarito, oggi appena 15 mesi dopo il dato è raddoppiato.

«Si tratta di numeri che parlano da soli - ha commentato il Consigliere Regionale della Campania, Alfonso Longobardi - e confermano come le nostre iniziative erano giuste e vincenti, ovvero di avere nell'ospedale di Gragnano non generici reparti, magari creati per qualche cortesia politico-clientelare, ma specifiche eccellenze dove rendere una assistenza di altissima qualità.

Con l'Epatologia di Carmine Coppola infatti vanno ricordati gli altri reparti di assoluta qualità: la terapia del dolore e cure palliative, l'Umaca per le miscele chemioterapiche, il reparto per la ricostruzione dei tessuti, l'ambulatorio di oncologia. Si tratta di esempi positivi di come il presidio ospedaliero dei Monti Lattari sia ormai un punto di riferimento importantissimo per i pazienti, per i Cittadini e per il territorio. Continueremo su questa strada senza inutili promesse, ma facendo comprendere alle Nostre Comunità come si può avere un ospedale efficiente puntando su specifici reparti di eccellenza senza fare annunci o lanciare inutili slogan. Proseguiamo nel segno della nuova politica, la politica del fare, senza chiacchiere, con serietà, mantenendo gli impegni».

Fonte: stabiachannel.it

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione