Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Portale Epatite e malattie del fegato
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

secondo ciclo di trattamento

sono in attesa di trapianto iscritto in lista dal 1 luglio 2015. ho fatto un primo trattamento ad aprile con sofosbuvir e simeprevir ma il virus non è andato via. ho chiesto di ripeterlo per altre 12 settimane ma mi è stato risposto che è meglio farlo dopo il trapianto. ma poichè dalle analisi il mio fegato risulta ancora in buone condizioni e considerato il mio gruppo sanguigno raro (ab+) per cui potrei aspettare anche più di un anno ancora, non sarebbe meglio ripetere il trattamento anche adesso? grazie.
Associazione EpaCOnlusNota: La presente risposta è stata formulata in base alla consulenza di un medico esperto in epatologia

Questo parere non ha valenza di consulto medico e non può sostituire il colloquio, la visita e l’esame della documentazione medica del paziente.

gentile signore,
purtroppo non dispongo di molti dati clinici per rispondere alla sua domanda in modo esauriente.
molti ritengono che sia meglio trattare il virus prima del trapianto (sopratutto se vi è il tempo sufficiente per la lunghezza della lista ed il fegato non è gravemente compromesso) mentre in altri centri si preferisce affrontare il ciclo di terapia nel post trapianto. personalmente stando a quando mi dice ritratterei con alche la possibilità di scongiurare il trapianto

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione